Fine del mondo: in diretta TV gli 'ultimi' giorni del pianeta

Fine del mondo Slooh

Se la fine del mondo è veramente alle porte, si può seguire dal satellite, tutto nostro, non dei Maya. Gli scienziati della Nasa su questo hanno in realtà dato molte rassicurazioni, ma se proprio vogliamo dare un'occhiata, possiamo guardare il lavoro di ripresa che dal 17 Dicembre sta compiendo la video camera spaziale Slooh Space Cam.

Ogni giorno lo spettacolo si concentra su una diversa, ma comunque apocalittica, "area di interesse", hanno spiegato i funzionari di Slooh. È possibile seguire il programma e guardare gli spettacoli, ai quali saranno presenti anche il presidente di Slooh Patrick Paolucci e altri ospiti.

Tempeste ed eruzioni solari, collisioni di pianeti, dalle Canarie, al largo della costa africana, fino all'Osservatorio Prescott in Arizona: tutto quello che potrebbe portare all'esplosione o all'implosione del nostro pianeta. E se non avverrà sul serio, almeno avremo qualcosa da ammirare, da vivi. E tutto in tempo reale.

La fine del mondo non ci sarà, ma il 21 Dicembre è comunque una data con un significato "celeste", anche se non si crede agli scenari apocalittici. È uno dei due solstizi dell'anno, d'inverno da noi, che vivremo la giornata più corta dell'anno, e d'estate nell'altro emisfero, quello australe, dove invece godranno del massimo di ore di luce. Quindi perché non vedere cosa succede?

"Che or’è, scusa ma che or’è, Che non lo posso perdere l’ultimo spettacolo, Fine del Mondo in Mondovisione, diretta da San Pietro per l’occasione”, lo diceva Ligabue nel 1994. E chissà se ora anche lui non si concederà questo incredibile spettacolo.

Roberta De Carolis

Leggi anche:

- Fine del mondo? La Nasa risponde

- Fine del mondo: ecco l'Arca di Noe' 'Made in China'

Pin It

Cerca