Ecco perche' #BabboNatale sconfigge la fisica

Babbo Natale fisica

Babbo Natale lavora un giorno all’anno, anzi una notte, e riesce a sconfiggere la fisica. La favola di tutti i bimbi è così speciale da superare tutto, soprattutto i calcoli di chi ha smesso di sognare. Dalle renne che volano alle giornate di 31 ore, ecco tutto quello che intere generazioni tramandano ai loro figli. E che, nonostante i paradossi, non muore mai.

Le renne volano

Nessuno ha mai visto delle renne volare. Ma ci sono 300 mila specie di organismi ancora da classificare, e, anche se la maggior parte di loro sono insetti e vermi, nessuno può dire con certezza che non possa scoprirsi un giorno una renna che vola. D’altronde anche il calabrone, secondo alcune teorie dell’aerodinamica, non potrebbe volare. E invece lo fa.

Ci vuole un millesimo di secondo per consegnare un regalo

E non solo, anche per parcheggiare la slitta, saltare giù per il camino, mettere i regali sotto l'albero, risalire per il camino, tornare in slitta e passare alla casa successiva. E tutto questo senza farsi vedere dai bambini. È necessario solo che la slitta si muova a 1050 chilometri al secondo, 3 volte la velocità del suono. Ma si sa che la mente va più veloce. A maggior ragione quella di un bambino.

Una slitta di renne porta un carico di 321mila e 300 tonnellate di regali

E per portare questo carico sarebbero necessarie 214mila e 200 renne. Ma queste sono renne che volano, non quelle comuni. Non hanno il problema della gravità, quindi peso e numero sono calcolati con la mente sbagliata. Quella di chi pensa che per distruggere una favola siano sufficienti i calcoli matematici.

Le renne assorbono 14,3 quintilioni joule di energia

Beh, se fossero veramente 214mila e 200 e portassero davvero 321mila e 300 tonnellate di regali,l’attrito che genererebbero nell’aria sarebbe quasi incalcolabile e questo sarebbe il risultato. E quindi scoppierebbero in fiamme quasi istantaneamente, generando boom sonici assordanti ovunque. Ma abbiamo visto che questo non può succedere, perché sono renne che volano. E poi cosa c’è di più assordante del pianto di un bambino che non vede il suo regalo di Natale?

Babbo Natale dunque sconfigge la fisica, perché i sogni di un bambino sono più potenti. Sempre.

Roberta De Carolis

Seguici su Facebook, Twitter e Google +

LEGGI anche:

- Quanto occorre a Babbo Natale per consegnare tutti i regali?

- Da Londra a Sydney, l'albero di Natale è fatto di Lego

Pin It

Cerca