Aurora boreale dallo spazio per Luca Parmitano

aurora parmitano

Guardare dallo spazio un'aurora boreale deve essere un'esperienza unica. Lo ha appena fatto l'astronauta siciliano Luca Parmitano che sui social network ha condiviso una bellissima immagine del cielo a colori.

Oltre all'occhio attento di Parmitano, l'aurora polare (boreale se a nord, australe se a sud) è merito del sole. Essa si forma infatti quando le particelle cariche provenienti dalla nostra stella si incontrano/scontrano con quelle presenti nell'atmosfera, creando questi spettacolari giochi di luce. In particolare, le particelle del sole entrano a contatto con quelle della ionosfera terrestre.

Esse sono visibili sono a determinate latitudini, ossia oltre il 65° parallelo per via della forma del campo magnetico terrestre. I raggi cosmici a contatto con la magnetosfera danno origine alle aurore, visibili però in due ristrette fasce attorno ai poli magnetici della Terra: le ovali aurorali.

Quelle visibili ad occhio nudo sono le aurore prodotte dagli elettroni, mentre quelle di protoni possono essere osservate solo utilizzando particolari strumenti.

E Luca Parmitano ha avuto il privilegio di poterne ammirare una dallo spazio, a bordo della ISS. Un punto di vista privilegiato, che gli ha permesso di vedere lo spettacolo da una prospettiva opposta rispetto a quella terrestre.

Ecco il suo post su Twitter:

E chissà che nei due mesi prima di tornare sulla Terra, l'astronauta siciliano non ci regali ancora qualche foto mozzafiato del cielo.

Clicca qui per scoprire i luoghi e i periodi migliori per ammirare un'aurora polare

Francesca Mancuso

Foto: Luca Parmitano-Esa

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

- Aurore boreali: grazie al progetto GLORIA saranno in diretta

- Eruzione solare: l'ultima aurora boreale raccontata dalle immagini

- Aurore boreali: ecco come si formano

- Luca Parmitano: intervista all'astronauta italiano che a maggio partirà per lo spazio

Pin It

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico