Yahoo sfida YouTube: duello a suon di video

yahoo youtube

Yahoo sfida YouTube e starebbe lavorando per entrare nel territorio finora incontrastato del servizio di video sharing più famoso al mondo. E, sebbene per il momento il progetto non sia ancora ufficiale, pare che il nuovo sito potrebbe già essere pronto per un lancio nei prossimi mesi.

È stato lo stesso CEO di Yahoo, Marissa Meyer, ad aver contattato i geni incontrastati dei contenuti di YouTube, con la promessa di introiti maggiori per lasciare Google e “tornare all'ovile”, Yahoo appunto. YouTube, lo ricordiamo, è sotto il controllo di Big G, il quale aveva pagato 1,65 miliardi di dollari per il popolare sito di condivisione video, alla fine del 2006.

Nel suo intento di voler lanciare un proprio servizio simile a YouTube, Yahoo starebbe presumibilmente offrendo condizioni migliori per i videomakers. Migliori ricavi pubblicitari, tassi di annuncio garantiti e spazio promozionale sulla home page di Yahoo sarebbero le promesse che dovrebbero rappresentare accattivanti incentivi. E la mossa arriva al momento giusto per Yahoo, visto che negli ultimi mesi i fornitori dei contenuti di YouTube si erano lamentati della difficoltà di fare profitti dai servizi del sito di video sharing.

Tuttavia, ancora poco è noto a riguardo. Sarebbe trapelata solamente la notizia secondo la quale è in preparazione un sistema di gestione dei contenuti da parte della società, in modo tale da poter gestire autonomamente i video. Yahoo, secondo quanto riferito, non vuole che i contenuti vengano gestiti da esterni, se non da professionisti.

Ancora una volta, dunque, Yahoo dimostra come stia puntando in modo deciso ai contenuti ed ai servizi, anziché al classico approccio da portale. Inoltre, per il lancio di questa piattaforma, si starebbero già reclutando numerose star e personaggi famosi per dare lustro al canale.

Ma non è tutto. La società vorrebbe anche competere con YouTube nel settore della musica in streaming. Popolari servizi come Spotify, Pandora Media Inc. e Rdio, infatti, impallidiscono di fronte al business del sito di video sharing. Yahoo, dunque, dovrà investire in maniera significativa in questo settore per competere non solo contro YouTube, ma anche con i popolari servizi di musica in streaming finora in uso.

Federica Vitale

Image Credit: recode.net

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

Leggi anche:

- Yahoo News Digest: ecco come cambia la notizia

- In arrivo su YouTube i canali a pagamento

Pin It

Cerca