Barbie su Marte: in attesa della prima missione umana

barbie marte

E se l'uomo su Marte ancora tarda ad arrivare, Barbie potrebbe raggiunge il pianeta molto prima di lui. Sebbene, dunque, il programma spaziale di invio di una missione umana della Nasa sul pianeta rosso soccomba alla dispute di finanziamento, l'iconica bambola Barbie, della statunitense Mattel Toy Company, mira a raggiungere le stelle e lo spazio profondo ancora una volta, con una nuova edizione denominata "Barbie I Can Be... Mars Explorer".

La bambola, nata dalla collaborazione tra Mattel e la Nasa, è stata lanciata in concomitanza con il primo anniversario della permanenza del rover Curiosity sul pianeta rosso, il cui atterraggio avvenne il 5 agosto 2012.

Non è la prima volta che Barbie si appresta ad “affrontare” un viaggio nello spazio. Mattel, infatti, ha travestito e creato per la sua mitica bambola tute spaziali incredibilmente proporzionate e curate nei minimi dettagli. Per quasi 50 anni, quindi, inaugurando la lunga serie con l'originale "Barbie Miss Astronaut", nel 1965.

Una seconda "Barbie Astronaut" è stata rilasciata nel 1985 con una divisa tutta rosa, seguita da un'altra versione nel 1994. Più di recente, la Mattel ha creato due versioni di "Space Camp Barbie", sia nel 1998 che nel 2008, in collaborazione con l'US Space & Rocket Center di Huntsville, in Alabama. E, nel 2009, ha rilanciato il design di successo di Barbie Miss Astronaut, in versione da collezione.

La nuova Barbie Mars Explorer presenta una bambola nella sua nuova uniforme che, tuttavia, la fa assomigliare ad una delle tante edizioni precedenti, decretando in questo modo un ritorno al passato dell'esordiente Barbie astronauta anni '50. Questa, infatti, rappresentava la fantascienza in versione giocattolo, per quanto reale appariva e aderente alla vera tuta del moderno astronauta.

L'abito che indossa l'odierna versione è un modello non pressurizzato senza guanti; le gambe dei pantaloni sono leggermente svasati e il casco rosa si abbina ai vari accenni della stessa tonalità sulla tuta. Il rifornimento di ossigeno di Barbie non è dotato dei tubicini per respirare, ma possiede le cinghie d'argento alla moda. Infine, il suo vestito sembra mancare della schermatura contro le radiazioni. Insomma, se un uomo dovesse partire con le caratteristiche che contraddistinguono la tuta di Barbie non avrebbe vita semplice!

tuta spaziale barbie

Tuttavia, per i veri appassionati, nonostante la bambola sia ben lontana dal rispettare i canoni di sopravvivenza in un ambiente marziano, questa è dotata di una scatola che include un elenco degli avvenimenti spaziali che hanno visto protagoniste esploratrici statunitensi e consiglia alle ragazze di dare uno sguardo sul sito web dell'agenzia spaziale americana Women@Nasa per saperne di più sulla carriera spaziale.

Poco importa se la prima donna nello spazio non fu americana ma la cosmonauta russa Valentina Tereshkova, che orbitò intorno alla Terra all'interno di Vostok 6 e aprì la frontiera spaziale al gentil sesso nel 1963. La missione della Tereshkova avvenne due anni prima che la Mattel lanciasse la sua originale versione di Barbie Miss Astronaut. E 19 anni prima che l'astronauta americana Sally Ride diventasse la terza donna nello spazio, dopo le colleghe russe Tereshkova e Svetlana Savitskaya.

Barbie Mars Explorer è in vendita a 12,99 dollari negli Stati Uniti. In Italia, come nel resto del mondo, ancora non si sa quanto occorrerà attendere.

Marte non sarà più rosso con l'arrivo di Barbie. Si tingerà di rosa.

Federica Vitale

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

Leggi anche:

- Uomo su Marte: la simulazione in un video della BBC

- L'uomo su Marte grazie a Star Trek?

Pin It

Cerca