PS4, da Sony un brevetto contro i videogiochi usati

Sony Playstation logo

Sony ha deciso di dichiarare guerra al mercato dell'usato: l’azienda nipponica, infatti, ha brevettato il blocco totale dei giochi usati, grazie ad tecnologia che con tutta probabilità vedremo già sulla PlayStation 4. Grazie ad un chip NFC incluso in ogni Blu-ray, ogni copia del videogioco verrà automaticamente associata ad una specifica console, oppure ad un account utente.

Il disco quindi non funzionerà se lo inseriremo in un'altra PS4, poiché il chip NFC “capirà” di appartenere ad un'altra console. Una strategia che potrebbe finire per distruggere la compravendita tra privati, e tutto ciò senza ricorrere ai DRM, dal momento che non sarà necessaria alcuna connessione ad internet. Il testo del brevetto recita così: “La tecnologia limita l'uso di contenuti elettronici provenienti dal mercato dell'usato […] in questo modo si potrà sopprimere il mercato di seconda mano”. La verità, come specificato nello stesso brevetto, è che Sony sembra avere l’intenzione di estendere questa tecnologia anche ad altri supporti, come immagini, musica e software per le aziende.

Allo stesso tempo, però, è bene ricordare che il deposito del brevetto da parte di un’azienda non significa che essa realizzerà effettivamente la sua idea. Già nel maggio scorso l’analista Michael Pachter raccontò una conversazione avuta con il presidente della SCEA, Jack Tretton, in cui quest’ultimo, a proposito dell’eventuale blocco della vendita dei giochi usati, rispose così: “Io sono assolutamente contrario al blocco dei giochi usati, penso sia un bene che i consumatori possano comprarli perché così avremo un cliente che acquista la nostra console in ritardo nel ciclo produttivo, è alla ricerca di giochi a prezzi scontati e paga di meno. Penso che fare una cosa del genere sarebbe contro i consumatori.

Ovviamente non importa se Sony attuerà questo blocco già sulla PS4 o meno: molti dei giocatori che hanno letto di questo brevetto pensano si tratti di un affare fatto e sono già sul piede di guerra. Per dovere di cronaca bisogna dire che anche Microsoft sembra essere interessata ad “uccidere” il mercato dell’usato; dall’altra parte della barricata, com’è logico che sia, troviamo invece tutti i players, che insieme a GameStop si schierano uniti contro questa politica.

Antonino Neri

Leggi anche:

- PS4: per l'analista Patcher la nuova console Sony in arrivo nell'autunno 2013

- 2013: PS4 e Xbox 720 puntano sul cloud gaming

Pin It

Cerca