PlayStation 4: con il servizio Gaikai

PS4 Gaikai

La Playstation 3 e la nuova Playstation 4 offriranno ai loro utenti il servizio Gaikai. A dichiararlo, nei giorni scorsi, è stato David Perry, fondatore dell’azienda di servizi cloud gaming, da poco acquisita da Sony per 380 milioni di dollari.

Perry sta puntando quindi ad influenzare lo sviluppo della PS4, sviluppo che molto probabilmente è già in corso da tempo. “Il Gaikai dovrebbe essere offerto sull’hardware attuale e di prossima generazione”, ha affermato Perry. “Se così fosse, dovremmo far decidere a loro cosa intendono fare. Io non voglio mettere parole in bocca a Sony. Abbiamo avuto la possibilità di sperimentare tutti i tipi di piattaforma: set top box, televisori, dispositivi mobili, tablet… e siamo convinti che funzionerà anche sulle console. Abbiamo fatto dei test e non c'è dubbio che funzionerà”.

Secondo lo sviluppatorein questo momento nell'industria videoludica stanno accadendo molte cose e le console, se fatte bene, diventano un'ancora: devono abbracciare tutti i cambiamenti tecnologici in corso, ma così come i diversi modelli di business. Devono evolversi: non si può più realizzare la stessa console dell'ultima volta, bisogna creare qualcosa di rivoluzionario, e questo è ciò che cercherò di fare”. Se Perry sembra avere delle idee piuttosto chiare, non si può dire lo stesso di Sony: il cloud gaming dovrebbe rappresentare una vera rivoluzione per il settore, ma in molti Paesi le connessioni non garantiscono la banda necessaria.

Sony quindi, almeno nelle fasi iniziali, potrebbe essere costretta a non riservare al servizio Gaikai il ruolo centrale che auspica Perry. Gaikai potrebbe servire a garantire la retrocompatibilità dei titoli sulla PS4, e prima ancora su PS3, permettendo agli utenti di accedere ad un immenso catalogo di giochi PS One e PS2 in streaming.

Al momento Gaikai offre circa 30 titoli giocabili online, tra cui grandi nomi come Saints Row The Third, Mass Effect 3 e The Witcher 2. La cosa più interessante però è che, ora che è proprietà di Sony, il numero di giochi disponibili potrebbe aumentare in modo esponenziale.

Così come il servizio OnLive, i giochi sono renderizzati su Gaikai con server con schede grafiche molto performanti ed inviati via streaming a diversi dispositivi, che non necessitano particolari requisiti tecnici. I giochi via Gaikai funzionano bene sugli smartphone così come sui tablet, sulle console o sui più potenti PC. Sony sembra proprio averci visto lungo dal momento che, acquisendo Gaikai, si è garantita un servizio che nel giro di qualche anno potrà avere un ruolo primario, non solo nel settore videoludico.

Antonino Neri

Pin It

Cerca