Nintendo 3DS: da oggi anche in Italia

Nintendo_3DS

Nintendo 3DS, finalmente è arrivato. Oggi infatti debutterà in Italia la nuova console portatile dell’azienda nipponica che nel lontano 1981 creò Super Mario. Un dispositivo ricco di tante sorprendenti funzioni.Com’è intuibile dal nome, la caratteristica principale del Nintendo 3DS è l’utilizzo del 3D senza occhialini. Il nuovo Nintendo DS offrirà anche l’ingresso per la retrocompattibilità con i giochi DS, l’implementazione dei Mii e, come già visto sul DSi, un negozio online pieno di giochi ed applicazioni. Vediamo nel dettaglio cosa troveremo nel nuovo gioiellino giapponese.

DISPLAY 3D. Come dicevamo, il display del 3DS è il primo schermo di una console portatile in grado di riproduzione contenuti in 3D senza occhiali (anche se nel solo schermo superiore). Per farlo, la console utilizza il cosiddetto parallax barrier (filtro di parallasse), un’avanzatissima tecnologia che consiste in uno strato di materiale contenente una serie di sottilissime fessure che consentono a ciascun occhio di vedere un differente insieme di pixel, creando così il senso di profondità tipico delle immagini in tre dimensioni.

La tecnologia utilizzata è la stessa che Sharp implementerà nei suoi futuri display 3D per smartphone. L’unico limite del sistema stereoscopico basato sul filtro di parallasse è legato allo scarso angolo di visione: affinché l’effetto 3D non perda efficacia, infatti, l’utente deve trovarsi perfettamente di fronte allo schermo. In caso di fastidio o mal di testa, c’è infine la possibilità di disattivare la funzione 3D, opzione che secondo Nintendo permetterà ai programmatori di sfruttare al massimo le proprietà grafiche della console.

Il rivoluzionario schermo 3D ha una diagonale di 3,53 pollici (a metà strada quindi tra il display del DSi e quello del DSi XL), una risoluzione di 800×240 pixel (400×240 pixel per ogni occhio) ed il formato widescreen 16:9, utile anche per la visione di filmati.

Per quanto riguarda il display inferiore, esso è del tutto identico a quello del Nintendo DS: si tratta infatti del solito touch-screen resisitivo (che necessita di pressione, a differenza di quello dell’iPhone, che si basa sul calore del dito). La scelta è stata obbligata dalla volontà di utilizzare il pennino e di mantenere la retrocompatibilità con il vecchio DS.

Tre fotocamere. Il Nintendo 3DS ha ben tre fotocamere: una fotocamera interna che permette di effettuare autoritratti per generare Mii, più altre due fotocamere esterne in grado di scattare immagini in 3D. Alle foto in tre dimensioni potremo inoltre aggiungere i tipici effetti grafici Nintendo, come cappellini, baffetti ed altre simpatiche personalizzazioni.

Realtà aumentata. Per capire di cosa parliamo basta provare 'Caccia alla faccia', uno dei minigiochi preinstallati. Con la fotocamera frontale inquadriamo il nostro visto e scattiamo una foto; dopo pochi istanti la nostra faccia si deforma, acquista profondità e si trasforma in un avatar sghignazzante in tre dimensioni. Grazie ad un sensore di movimento e al giroscopio, ci ritroveremo in giro per casa a sparare palline, e ci sembrerà di distruggere tutto. Una magia della realtà aumentata è infatti quella di "appiccicare" alle immagini della videocamere riprende contenuti e oggetti digitali.

Altre applicazioni. Un'altra applicazione che è presente di default è quella legata alle sei carte per la realtà aumentata fornite con la console. Una volta posizionate su un tavolo, quel che serve è inquadrarle con la telecamera ed ecco che vedremo comparire un simpatico quadratino giallo animato. L'oggetto, solido e ben definito, è a metà tra un cartone animato ed un oggetto reale, come nei film in stile 'Roger Rabbit'. Tutte piccole magie che sorprendono ed intrattengono per manciate di minuti, aprendo allo stesso tempo interessanti prospettive per i programmatori di videogiochi e servizi. E poi potremo usare il pennino per disegnare sullo schermo tattile, salvando la nostra creazione sulla memory card per poi animarlo con la realtà aumentata.

Un'altra chicca presente di default nella console è il creatore di Mii. Utilizzando l’autoscatto ed il software, l’applicazione crea un avatar con i nostri lineamenti. Il processo è buffo, come solo Nintendo sa essere. Ma quasi sempre il risultato non è come l'originale, il naso per esempio è sempre più grosso del normale. Scorrendo gli altri software con il pennino, troviamo un utile contapassi ed un diario che registra tutte le attività che svolgiamo con il nostro 3DS.

Nintendo ha inoltre inserito l’accelerometro (per sfidare l’iPod Touch), una bussola per supportare il motion gaming ed il Sound Nintendo 3D, un riproduttore musicale che è anche un registratore in grado di modificare la voce ed aggiungere effetti.

Il 3DS è anche dotata di uno stick analogico per i giochi più complessi, supporta l’online gaming grazie alla connessione Wi-Fi 802.11g con tecnologie WPA e WPA2 e scaricamento persistente per il download (anche in background) delle applicazioni e dei giochi disponibili sul Nintendo Store, che verranno archiviati nell’hard disk da 1,5 giga. Per la navigazione internet ed i servizi di eShop bisognerà però attendere ancora qualche giorno. Ricordiamo infine che il Nintendo 3DS è retrocompatibile con il vecchio DS, e Nintendo ha l’intenzione futura di rilasciare film e cartoni animati 3D in digital download.

Queste applicazioni, fortemente volute dal presidente Nintendo Satoru Iwata, interpretano uno dei suoi desideri ricorrenti: rendere la 3DS un oggetto di uso quotidiano; non solo un videogioco, ma qualche cosa da portare sempre in tasca. Il contapassi nasce con questa vocazione, come anche Street pass e Spot Pass, un’applicazione che rileva la presenza di altre 3DS. Se, in giro per strada con il nostro 3DS, incrociamo qualcuno con la console accesa, i due dispositivi interagiscono automaticamente, scambiandosi informazioni, avatar, mappe di gioco, e possono anche mettersi a giocare tra loro.

Games. La lineup di lancio giapponese del 3DS comprenderà questa decina di titoli: Pro Evoultion Soccer 3DS, Super Street Fighter IV 3D Edition, Samurai Warriors Chronicle, Puzzle Bobble 3D, Nintendogs + Cats, Ridge Racer 3D, Combat of Giants, Dinosaurs 3D, Professor Layton e la Maschera dei Miracoli.

Le cartucce che ospiteranno i giochi per Nintendo 3DS potranno contenere un massimo 8GB di dati. La produzione è stata affidata a Macronix, che però inizialmente realizzerà cartucce molto meno capienti (circa 2 GB per i primi giochi). Per intenderci, la cartuccia più pesante per DS pesa solo 512 MB.

Questi alcuni tra gli altri giochi in uscita per la nuova console: Mario Kart 3DS, Metal Gear Solid: Snake Eater 3D, Resident Evil: Revelations, Resident Evil: The Mercenaries 3D, Kid Icarus Uprising, Paper Mario, Professor Layton vs. Phoenix Wright, Animal Crossing 3D, Dead or Alive: Dimensions, The Legend of Zelda: Ocarina of Time 3D, Star Fox 64 3D, Blazblue.

Questi i programmi preinstallati nella console:

  • Face Raiders: gestisce le foto scattate. Permette ad esempio di sovrapporre due fotografie per creare un’unica immagine.

  • Nintendo 3DS Web Browser: browser per la navigazione su internet.

  • Nintendo 3DS Sound: applicazione audio simile a quella già presente su dsi.

  • AR Games: alcuni giochi realtà aumentata, in cui interagire con le speciali AR Card e le due fotocamere 3D.

  • Memory Recording Notebook: un utile blocchetto per gli appunti.

  • Activity Log: la console permette di contare i propri passi quando viene utilizzata in movimento e ne memorizza il totale. Questi ed altri dati (come il numero di ore passate a giocare) sono visibili nell’Activity Log e possono essere rappresentati con dei grafici riassuntivi.

  • Mii Maker e StreetPass Mii Plaza: tramite Mii Maker si possono creare dei nuovi Mii personalizzati oppure importare quelli già esistenti su Wii, scambiarli via wireless con altri giocatori, salvarli su scheda SD per stamparli o caricarli su un sito web (i Mii potranno essere convertiti in codice QR). Nella Mii Plaza è inoltre possibile vedere quale è stato l’ultimo gioco utilizzato dal proprietario di un determinato Mii e quante volte si è entrati in contatto con altri utenti in modalità StreetPass.

Nintendo ha fornito le indicazioni ufficiali (quindi da verificare) sulla durata delle batterie del suo 3DS. Si parla di 3-5 ore con titolo 3DS e 3D attivo (circa la metà del vecchio DS), mentre usando i vecchi giochi DS si passa a 5-8 ore di gioco continuativo. A differenza dei vecchi modelli, inoltre, la console verrà fornita con un charging dock, una custodia/ricarica ad incastro che ricaricherà completamente la batteria della console in circa tre ore.

Nintendo 3DS esce oggi in Europa nelle colorazioni 'Aqua Blue e 'Cosmos Black'. Il prezzo ufficiale italiano è di 250 euro per la console, mentre i giochi costeranno intorno ai 40-50 euro.

La confezione comprenderà la console, un charging dock, un adattatore AC, un pennino telescopico di 10 centimetri, una SD card da 2 GB, 6 AR card da utilizzare tramite le due fotocamere esterne per i giochi AR (in realtà aumentata), la guida rapida all’utilizzo, il libretto di istruzioni e la garanzia.

Antonino Neri

Pin It

Cerca