Maker Faire Roma: il meglio della fiera del futuro

Maker-Faire

Si è tenuto dal 3 al 6 ottobre il Maker Faire Rome, l'edizione capitolina dell'esposizione dedicata ai progetti digitali del futuro. Circa 35 mila presenze hanno popolato il Palazzo dei Congressi, dove si è svolta la manifestazione. Un crocevia di immagini futuristiche di come potrebbe essere la nostra vita e la gioia degli hobbisti che hanno fatto del digitale un vero e proprio lavoro.

Da tutta Europa, infatti, sono convogliati a Roma creativi ed artisti che, grazie ai 4 giorni di esposizione, hanno avuto modo di immergere loro stessi, e i curiosi accorsi da ogni parte, in un modo di intendere la realtà diametralmente opposta a quella consueta.

Una giuria di Call for Makers aveva precedentemente scelto 250 progetti. Oggetti di design, ma anche strumenti ricavati con materiali alternativi o concepiti con nuove forme. Tra questi anche nuovi mezzi di trasporto, ideati in nome della eco-sostenibilità.

materiali riciclati

Ad ogni modo, a farla da padrona è stata la tecnologia del momento, la stampante 3D. E 3DItaly è stato il primo espositore italiano a operare grazie alla stampa 3D. Non solo abbigliamento, dalle scarpe ai vestiti, ma anche una vera moto elettrica realizzata interamente con pezzi prodotti con la stampante 3D.

Ma i veri protagonisti, soprattutto per gli studenti che hanno visitato l'esposizione, sono stati i robot. E, siamo certi, leader assoluto è stato l'ormai noto robot pararigori, l'unico in grado di battere il calciatore Leo Messi. Ma tra le altre versioni di umanoidi, anche robot bassisti e maghi della musica ed educatori, per grandi e bambini. E la robotica educativa, infatti, è stata proprio il tema centrale del Maker Faire, grazie all'organizzazione di attività logico-creative pensate per essere da stimolo ai giovani studenti, ma anche agli adulti.

makerfaire

Dicevamo dell'ecosostenibilità. L'esposizione capitolina ha perfettamente coronato il bisogno odierno di realizzare un presente, ma soprattutto un futuro, all'insegna della salvaguardia dell'ambiente. Molti i progetti la cui produzione si è basata su materiali di riciclo e a costo zero. Tra questi, Off-Gird Box, una scatola in grado di produrre energia all'interno di un'abitazione mediante un sistema ecologico-termico. Una innovazione che unisce sostenibilità e risparmio in modo esemplare.

Un'esposizione, dunque, all'insegna dei bisogni del momento, ma anche di uno sguardo al futuro. Pensandolo e immaginandolo. In attesa della prossima edizione del Maker Faire.

Federica Vitale

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

Leggi anche:

- Maker Faire: a Roma gli artigiani del futuro. Le 5 innovazioni da non perdere

- Come i robot cambieranno il futuro dell'uomo

Pin It

Cerca