TechCrunch Italia, la nuova frontiera digitale al MAXXI di Roma

Le nuove frontiere digitali come contributo alla crescita economica e allo sviluppo sostenibile del Pianeta, con un’attenzione particolare all’Italia, per circa 1.400 participanti, tra cui 55 delle migliori startup del Bel Paese.

Si parla di questo a TechCrunch, in programma al Museo MAXXI di Roma ieri e oggi, 27 settembre. Una manifestazione mondiale, fatta di incontri e conferenze per dare una visione dei cambiamenti e delle tendenze del momento.

Per questa edizione il fil rouge sarà il (RE) Design, con lo scopo di capire come il disegno digitale stia influenzando la produzione del Made in Italy. L'argomento si studierà in tutte le sue forme, fino a giungere alla Rete.

La due giorni ospita anche la 'Startup Competition', un confronto tra giovani talenti che presentano la propria idea di business ad una giuria di esperti. Al migliore sarà assegnato un premio di 50mila euro (10mila cash e 40mila in media visibility).

A giocarsi il bottino saranno Sportboom, piattaforma per organizzare eventi sportivi, Bauzaar, negozio online di cibo per animali e Fluentify, sito che permette di esercitare l'inglese conversando via webcam con insegnanti madrelingua.

Ma anche Aenduo, che produce tecnologie per l'assistenza medica a distanza. E ben quattro startup B2b, BeMyEye, Vivocha, GiPStech e Pathflow, che offrendo servizi per altre imprese cercano di ottimizzare a colpi di tecnologia i processi dell'industria tradizionale.

Fra gli altri, partecipa anche Uber, il servizio completo di app di noleggio di auto low-cost che di recente ha ricevuto un’iniezione di 258 milioni di dollari da Google e che oggi vale circa 3 miliardi di dollari, crescendo con un tasso del 15% al mese.Una app di enorme successo su scala mondiale che sta contribuendo a ridisegnare lo scenario della mobilità cittadina in un’ottica di innovazione, qualità ed efficienza, entrando nello specifico delle realtà italiane.

L'edizione dello scorso anno fu vinta da Atooma, applicazione che grazie a semplici comandi rende lo smartphone ancora più intelligente, poi nominata "migliore al mondo" al Mobile World Congress di Barcellona. Le due fondatrici, le 27enni Gioia Pistola e Francesca Romano, torneranno sul palco per raccontarsi.

Capablanca

Seguici su Facebook, Twitter e Google +

LEGGI anche:

- Pifa 2013: al via il Premio Italiano di Fotografia Astronomica. Ecco come partecipare

- Nasa e Lego: il concorso per costruire i veicoli spaziali del futuro

Pin It

Cerca