Assegnati gli IgNobel 2013: i premi alla scienza assurda

Premi IgNobel

È una delle notti più emozionanti dell'anno per gli appassionati di scienza, umorismo e... stravaganze e aspetti bizzarri, inaspettati e decisamente improbabili legati alla ricerca. Per coloro che non hanno mai visto una cerimonia degli Ig Nobel, ovvero gli Oscar o i Nobel appunto, dedicati alle goliardie scientifiche, si sappia che la manifestazione è molto attesa.

Non si sa mai cosa aspettarsi, ma lo spettacolo ospita sempre veri Nobel che presentano ed assegnano i premi nelle varie branche scientifiche. E se in passato si applaudirono come veri prodigi della ricerca le preferenze studiate durante le gare di formaggio, l'attività cerebrale di un salmone morto, o si applaudì alla conoscenza delle ferite causate dalla caduta delle noci di cocco, la capacità di giudicare la sicurezza del cibo dopo cinque secondi che era caduto sul suolo o, ancora, la necrofilia omosessuale di un'anatra, bene: cosa ci sarà da aspettarsi quest'anno?

Ecco, dunque, nel dettaglio i vincitori degli Ig Nobel 2013. I premi sono stati annunciati nel corso di una cerimonia organizzata presso la Harvard University.

Psicologia: il premio nel settore della psicologia va ad un esperimento che ha appurato come le persone ubriache pensino di essere attraenti. La stravagante ricerca è stata condotta da Laurent Bègue, Oulmann Zerhouni, Baptiste Subra e Medhi Ourabah, dalla Francia, e da Brad Bushman, professore alla Ohio State University, che insegna anche nei Paesi Bassi.

Biologia e Astronomia: un Nobel condiviso da queste due branche del sapere scientifico. Un esperimento co-condotto ha dimostrato che gli scarabei stercorari sono in grado di avvalersi dell'aiuto della Via Lattea per trovare la loro strada di casa. E il Nobel va a Marie Dacke, Emily Baird, Marcus Byrne, Clarke Scholtz e Eric Warrant. Un lavoro congiunto tra più paesi: Svezia, Australia, Sud Africa, Regno Unito e Germania.

Medicina: è interessante saper valutare l'effetto dell'ascoltare l'opera su pazienti sottoposti a trapianto di cuore. Soprattutto se questi sono topi. Un grazie speciale va a Masateru Uchiyama, Xiangyuan Jin, Qi Zhang, Toshihito Hirai, Atsushi Amano, Hisashi Bashuda e Masanori Niimi, provenienti dal Giappone, dalla Cina e dal Regno Unito.

Ingegneria di sicurezza: si tratta di un sistema elettromeccanico per intrappolare e paracadutare direttamente nel vuoto attraverso una botola i dirottatori di un aereo. Ad attenderli, ovviamente, la polizia. È l'ingegnoso progetto di Gustano Pizzo, dagli Stati Uniti, scomparso però nel 2006.

Fisica: il premio per la fisica è stato aggiudicato alla scoperta che conferma come alcune persone possano essere fisicamente in grado di correre sulla superficie di uno stagno o di un lago, che dir si voglia, se sia quelle persone e il lago si trovassero sulla Luna. Un grazie speciale a Alberto Minetti, Yuri Ivanenko, Germana Cappellini, Nadia Dominici e Francesco Lacquaniti, con orgoglio patriottico provenienti dall'Italia, ma anche dal Regno Unito, dalla Svizzera, dalla Russia e, infine, dalla Francia.

Chimica: se ancora ci chiediamo perché il processo biochimico attraverso il quale le cipolle ci fanno piangere, bene: si sappia che il problema è di non facile soluzione. Shinsuke Imai, Nobuaki Tsuge, Muneaki Tomotake, Yoshiaki Nagatome, Toshiyuki Nagata e Hidehiko Kumgai, dal Giappone e dalla Germania, ci hanno confortato con questa scoperta.

Archeologia: non ruderi o suppellettili, ma la scoperta che un toporagno morto, poi inghiottito senza essere masticato, ha contribuito alla possibilità di esaminare gli escrementi per constatare il modo in cui le ossa si dissolvono nel sistema digestivo umano. Il premio è stato aggiudicato da Brian Crandall, degli Stati Uniti, e Peter Stahl, del Canada.

Pace: il Nobel per la Pace va alla Bielorussia e al suo presidente, per aver reso illegale applaudire in pubblico e alla polizia di stato bielorussa per aver arrestato un uomo con un braccio solo mentre... applaudiva!

Calcolo della Probabilità: il mondo della scienza cambia volto dopo aver scoperto che quanto più tempo una mucca impiega a distendersi, tanto più velocemente si alzerà in piedi; ma non solo: una volta che questa si sarà alzata, non è possibile prevedere quando si sdraierà nuovamente. Il premio è stato assegnato a Bert Tolkamp, Marie Haskell, Fritha Langford, David Roberts e Colin Morgan del Regno Unito, Paesi Bassi e Canada.

Sanità pubblica: infine, un trattato che contiene le tecniche mediche, contenute nel "Trattamento chirurgico di una epidemia di amputazioni del pene in Siam”. La raccomandazione è che il pene venga amputato, tranne nel caso in cui questo non sia stato parzialmente mangiato da un anatra. Infinitamente grazie a Kasian Bhanganada, Tu Chayavatana, Chumporn Pongnumkul, Anunt Tonmukayakul, Piyasakol Sakolsatayadorn, Krit Komaratal, e Henry Wilde della Thailandia.

Federica Vitale

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

Leggi anche:

- Premi: 3 milioni di euro alla scienza del futuro

- Cellule staminali: premio Nobel alla medicina rigenerativa

Pin It

Cerca