WWDC 2011: oggi a San Francisco presente anche Steve Jobs

wwdc2011

Il Lion, il nuovo sistema operativo Mac OS X, il sistema operativo iOS 5 e iCloud, il nuovissimo servizio di Apple per memorizzare documenti su un server remoto. Sono queste le principali novità che Steve Jobs presenterà oggi 6 giugno, a San Francisco, inaugurando l’Apple WWDC 2011 (Worldwide Developers Conference).

Il CEO di Apple Steve Jobs e un team di manager Apple - si legge sul comunicato diffuso qualche giorno fa da Apple - daranno il via all'annuale Worldwide Developers Conference (WWDC) con un keynote che si terrà oggi alle 10. In quell'occasione Apple presenterà i suoi software di prossima generazione: Lion, l'ottava importante release di Mac OS X di cui online, sul sito dell'azienda, è già presente un'anteprima; iOS 5, la nuova versione dell'evoluto sistema operativo mobile alla base di iPad, iPhone e iPod touch; e iCloud, l'offerta di servizi cloud in arrivo da Apple".

Oltre naturalmente alla curiosità per i nuovi sistemi della casa di Cupertino, l’attenzione degli spettatori (sia di quelli presenti all’evento di San Francisco che di chi lo seguirà online) sarà tutta per lui, Steve Jobs. L’ultima apparizione sul palco del guru di Apple - che si era temporaneamente autosospeso lo scorso 17 gennaio dai suoi incarichi per ragioni di salute – risale infatti al 2 marzo scorso, quando presentò al mondo intero l’ultima creazione dell’azienda della mela morsicata, l'iPad 2.

La WWDC è un appuntamento immancabile per tutti i fan Apple. In passato infatti, nel corso dell’annuale conferenza di inizio giugno, sono stati presentati prodotti come l'iPhone o il MacBook Air, così come il passaggio dai processori PowerPc ai più potenti Intel. La ciliegina di quest'anno sarà il nuovo sistema operativo Lion (corrispondente al 10.7). Come anticipato a fine 2010, il nuovo software per portatili e desktop di Apple introdurrà molte delle caratteristiche per iPhone e iPad: oltre alla presenza dell’App Store - dove potremo caricare ed acquistare applicazioni per il nostro computer - debutta il Launchpad, una nuova modalità per visualizzare tutte le applicazioni installate sul proprio pc, che potremo visualizzare scorrendo lo schermo muovendo le dita sul touchpad (proprio faremmo su un iPhone o un iPad).

Ci sarà poi Mission Control, una nuova funzione che ci offre una visione d'insieme di tutto ciò che sta avvenendo nel nostro Mac: un'unica schermata per la panoramica completa delle attività in corso (tra cui Dashboard e le applicazioni a tutto schermo), il tutto grazie ad un ancor maggiore utilizzo del Multi-Touch, con cui potremo sfiorare, pizzicare o scorrere le nostre dita sul touchpad per selezionare, sfogliare e cambiare.

Alla WWDC 2011 farà poi il suo esordio l’iOS 5, la versione aggiornata del sistema operativo per iPhone, iPad e iPod Touch. Al momento sembra che il servizio Mappe rimarrà quello di Google Maps (ma da mesi alcune voci vogliono Apple al lavoro su un servizio tutto suo, destinato ai prodotti di Cupertino, anche se dalle ultime novità sembra che il progetto verrà rimandato). Un’altra novità consiste nelle notifiche e nella gestione dei widget su iPhone e iPad, ma ad oggi si sa solamente che Apple sembra ci stia lavorando da mesi per migliorarne l'utilizzo.

Una sorpresa sicuramente molto apprezzata e di successo sarà iCloud, che rappresenta la risposta di Apple per chi vuole gestire i propri documenti memorizzandoli non più sul computer, ma su un server a remoto. Per ora del nuovo servizio si sa molto poco, tranne che Apple ha da poco acquistato il dominio iCloud.com. Oltre a fornire un servizio di memorizzazione online per file ed immagini, iCloud dovrebbe avere anche una funzione musicale per identificare i brani presenti sull'hard disk dell'utente, permettendogli, da qualsiasi dispositivo compatibile, di accedere alle copie degli stessi brani salvate su archivi remoti.

Per offrire questo servizio, Apple ha siglato accordi con Warner Music, Sony Music Entertainment ed Emi, e ne starebbe finalizzando altri con Universal Music Group. L’obiettivo di questo servizio è abilitare gli utenti all'ascolto dei brani di cui già sono in possesso, bypassando le fasi di caricamento dei contenuti su ogni singolo dispositivo.

Di carne al fuoco, in questo keynote 2011, sembra essercene molta. E noi seguiremo giorno dopo giorno l'evento.

Antonino Neri

Pin It

Cerca