Genova: il Festival della Scienza 2010 è agli 'Orizzonti'

scienza2010

Parte oggi a Genova il Festival della Scienza 2010 e per quest'anno la kermesse proporrà una nuova chiave di lettura: 'Orizzonti'. A partecipare all'evento con circa 50 proposte ci sarà anche il Consiglio Nazionale delle Ricerche e a commemorare il 50esimo anniversario dell'invenzione del laser, inoltre, ci sarà una mostra interattiva presso il Palazzo Ducale, 'Laser. Luce oltre l'orizzonte', progettata e realizzata dall'Ufficio promozione e sviluppo collaborazioni (Psc-Cnr).

Il Festival, che spazierà dalla tecnologia, alla lettura di cd, dvd, blu-ray, alle telecomunicazioni, fino alla medicina, nasce dalla collaborazione di vari istituti di ricerca e "prevede numerose conferenze di approfondimento a cura di studiosi tra cui Federico Capasso, Robert Wallace, Alessandro Farini e Massimo Inguscio", come recita il comunicato diffuso dall'area stampa degli organizzatori.

'Odissea. Viaggio nella culla della matematica'. la mostra in programma alla Loggia degli Abati di Palazzo Ducale. Un viaggio nella storia del pensiero logico-deduttivo e matematico occidentale, che rientra appunto nell'area 'Orizzonti delle idee' e nella 'Biennale del Mediterraneo'.

'Mediterranean Science Garden'. Si tratta di un progetto di 'orto scientifico' realizzato dal Dipartimento agroalimentare e dall'Ufficio relazioni internazionali del Cnr, che occuperà il piazzale Delle Feste del Porto Antico, "articolato in un ricco percorso espositivo. L'obiettivo - si legge ancora nella nota - è far conoscere l'ambiente mediterraneo tipico delle culture dei Paesi a noi più vicini".

'Verso l'orizzonte. Viaggi di popoli e cose fra Vicino Oriente e Mediterraneo Antico'. invece la mostra sviluppata direttamente dal Cnr con il supporto de 'La Sapienza' di Roma e di altri numerosi istituti di ricerca, dedicata "all'antichità orientale e mediterranea". Migrazioni, fughe ed esodi saranno gli argomenti trattati: gli ingredienti che "hanno caratterizzato la storia di molte popolazioni del bacino".

Secondo Luciano Maiani, presidente del Cnr, la partecipazione del Consiglio Nazionale al Festival della Scienza testimonia "l'enorme ricchezza di saperi del maggior ente di ricerca italiano". E "il gran numero di eventi e appuntamenti in programma - aggiunge - ben rappresenta il caleidoscopio di competenze e attività dei nostri ricercatori, che spaziano dalle nanoscienze alle frontiere della medicina, dall'informatica alla tutela dei beni culturali".

A fargli eco, infine, anche lo stesso presidente del Festival della Scienza, Manuela Arata, che ricorda come "la ricchezza della partecipazione Cnr al Festival della Scienza stia nella grande valenza interdisciplinare che l'Ente riesce a mettere in campo: in questo - conclude Arata - risiede il grande valore aggiunto" del Consiglio.

Augusto Rubei

Pin It

Cerca