MediaLibraryOnLine: il futuro delle biblioteche e' online

bookonline

Prestito digitale: si chiama MediaLibraryOnLine la prima piattaforma online con la quale si possono prendere in prestito libri, musica e video in ogni angolo del mondo. Una vera biblioteca digitale che raccoglie tutte le pubblicazioni dei principali editori italiani (più di 50mila titoli, compresa la rete di self-publishing di Simplicissimus Book Farm), 8 milioni di mp3, 80 mila dischi, audiolibri, video, quotidiani e riviste.

Gli iscritti alle tante biblioteche italiane – pubbliche, universitarie e scolastiche – potranno così usufruire di un patrimonio digitale inestimabile, in netto contrasto con la situazione non del tutto rosea delle nostre biblioteche. Basti pensare che, secondo il Rapporto AIE 2013 sulle biblioteche scolastiche, il patrimonio librario è inesistente con solo 4,7 libri per studente e 0,1 libri nuovi per studente ogni anno.

In più, secondo l'Istat, solo l'11% della popolazione frequenta le biblioteche con regolarità, contro una media nazionale che negli Stati Uniti sfiora il 70%.

LA SVOLTA DIGITALE – A ben guardare, dunque, siamo in netto ritardo rispetto ad alcuni Paesi, anche se, pare, i punti ti prestito che hanno deciso di modernizzarsi "e aprire virtualmente le porte ai propri lettori 2.0 sono in aumento", dice Giulio Blasi, amministratore delegato di Horizons Unlimited, la società che gestisce il portale. Sono già 3.900, infatti, sparsi in 15 regioni, ma anche nella Svizzera italiana e in altre città straniere, da Tokyo a Sydney.

COME FUNZIONA MEDIALIBRARYONLINE – Per accedere al servizio di prestito digitale bisogna essere tesserati a una delle biblioteche del circuito, che forniscono così all'utente un account da cui poter scaricare libri musica o film su computer, tablet o e-reader. Le modalità di fruizione e restituzione cambiano a seconda dell'editore: alcuni, per esempio, applicano una protezione Drm che rende illeggibile l'e-book dopo 14 giorni, altri invece non lo richiedono indietro. Le copie per il download, inoltre, sono in numero limitato e, nonostante esista anche un prestito interbibliotecario digitale, il servizio rimane comunque territoriale.

NUMERI – Circa 200mila e-book e tutta l'editoria italiana "trade", 100mila e-book in lingua inglese e un'ampia collezione OPEN multilingua. Quanto alla musica, ci sono 8 milioni di tracce in streaming e in download. Inoltre, sono a disposizione banche dati e risorse per la didattica e l'apprendimento digitale per tutte le fasce scolari, tutte le principali testate italiane e una collezione di oltre 2.100 quotidiani da 80 Paesi in 40 lingue, audiolibri e anche una collezione di film italiani.

Germana Carillo

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

- Bibliotech: a San Antonio la prima biblioteca tutta digitale

- Enciclopedia Britannica: addio versione cartacea, adesso solo sul web

Pin It

Cerca