La cometa Ison vicina al suo perielio

comet-ison-perielio

La cometa Ison è sempre più vicina al Sole. E sempre più a portata di sguardo. Così, in attesa del 28 novembre, il giorno in cui raggiungerà il suo perielio, ossia il punto più vicino alla nostra stella, la caccia alla cometa e alla foto migliore impazza.

Sì, perché si sappia che sarà il nostro unico momento e la nostra sola occasione per visualizzarla. La cometa C/2012 S1, infatti, proveniente dalla nube di Oort, è destinata a proiettarsi al di fuori del sistema solare ed in una manciata di milioni di anni.

Come ogni avvicinamento al Sole da parte di comete ed altri oggetti celesti, numerosi satelliti ed il Solar Dynamics Observatory, che si può seguire in diretta sul sito SDO Comet ISON, punteranno i propri obiettivi sulla cometa. Non appena, dunque, questa starà per raggiungere il perielio, si punterà SDO nella posizione cosiddetta “Approach”, ossia di approccio al Sole. Da quel momento in poi, quando Ison, appunto, si avvicinerà alla stella, comparirà nelle immagini come una linea luminosa dal basso a destra proiettarsi in alto e a sinistra. L'intera durata dell'osservazione dovrebbe aggirarsi intorno ai 60 minuti.

Proveniente dalla nube di Oort come molte altre comete, Ison è forse quella che ha destato maggiori curiosità. Sarà per il suo caratteristico colore verde, per la sua massima vicinanza al Sole e l'attesa di poterne verificare in diretta il suo viaggio ed il suo futuro. O, forse, perché della cometa non resterà se non il ricordo, quando uscirà dal sistema solare.

perielio ison

Ad ogni modo, molte sono le applicazioni programmate per seguire l'evento. Da quelle specializzate a quelle relatavi tutti i fenomeni del cielo. Altrimenti, non resta che collegarsi ai siti online che promettono di seguirla in diretta.

Se riesci a scattare delle belle foto del cielo, partecipa gratuitamente al Pifa, il Premio Italiano di Fotogragfia Astronomica organizzato da NextMe. Leggi il Regolamento

Federica Vitale

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

Leggi anche:

- La cometa Ison visibile a occhio nudo

- Cometa Ison: ecco come osservarla

- Cometa Ison: la nuova foto scattata da Hubble

- Ison: le 5 cose che non sappiamo sulla cometa del secolo

Pin It

Cerca