WISE: la NASA rimanda il lancio a lunedì

immagine

Problemi al motore del satellite e condizioni climatiche poco favorevoli. Il lancio del progetto WISE (Wide-field Infrared Survey Explorer) che, tramite un telescopio ad infrarossi, effettuerà una mappatura dello spazio è stato posticipato a lunedì 14 dicembre. Le possibilità che la missione parta domani sono dell’80%, ma c’è ancora il rischio di un’ulteriore posticipazione, sempre a causa del cattivo tempo.

Dato che il telescopio è capace di catturare anche il minimo calore emesso da oggetti molto freddi, la NASA si aspetta dalla missione WISE di scoprire stelle fredde, asteroidi e galassie ancora non conosciute. Alcuni astronomi hanno anche ipotizzato che potrebbe essere inidividuato un pianeta gigante dietro l’orbita di Plutone.

Alimentato da pannelli solari, il satellite orbiterà a circa 500 Km di distanza dalla Terra e, nel corso del prossimo anno, analizzerà l’intero spazio nella parte infrarossa dello spettro elettromagnetico. WISE è la seconda missione che ha questo obiettivo: la prima, avvenuta nel 1983, aveva individuato una miriade di nuovi oggetti celesti. Certo, le differenze tecnologiche tra le due missioni sono notevoli dato che, in quest’ultima, la NASA ha investito 320 milioni di dollari.

Il telescopio fotograferà lo spazio ad una risoluzione di 1 milione di pixel, scattando immagini che cattureranno un’area di cielo circa tre volte più grande della luna. Dopo sei mesi di orbita intorno alla Terra, WISE avrà fatto un milione e mezzo di foto, completando la mappatura.

Pin It

Cerca