Aereo a impulso solare: primo test di volo

aereo a impulso solare

Solar Impulse HB-SIA, il primo aereo a energia solare progettato per volare sia di giorno che di notte senza l’ausilio di combustibili fossili, ha solcato per la prima volta i cieli svizzeri. Ieri, giovedì 3 dicembre alle 13:11, il prototipo si è alzato in volo dall’aeroporto di Dubendrof, vicino Zurigo, riuscendo a viaggiare a un metro di altezza dal suolo per circa 350 metri.

Il velivolo è largo quanto un Boing 747 e pesa circa 1,7 tonnellate. Le 12.000 celle solari posizionate sulle sue ali sono disegnate per riuscire a convogliare l’energia solare nei quattro motori elettrici a disposizione. Per volare di notte è semplice: si carica durante il giorno.

Il primo volo del Solar Impulse, seppur breve, è merito del team di sviluppo che, nelle ultime settimane, hanno effettuato centinaia di test a terra su velocità, accelerazione e frenata, e al pilota, Markus Scherdel, selezionato dopo l’esito positivo di queste prove.

“Questo è il culmine di sei anni d’intenso lavoro da parte di un team esperto di professionisti. Questo primo volo completa la prima fase di sviluppo del Solar Impulse e conferma le nostre scelte tecniche” ha affermato Borschberg, promotore e co-fondatore del progetto.

Come primo test tuttavia, i pannelli solari non sono stati ancora utilizzati. Per questo bisognerà aspettare l’inizio dell’anno prossimo, dove saranno anche aumentate altitudine e distanza percorsa. Nel frattempo l’aereo è stato smontato è portato all’aeroporto di Payerne per effettuare un’ulteriore prova senza pannelli solari a 9 metri di altezza dal suolo. L’obiettivo finale è quello di compiere un giro completo intorno al globo obiettivo fissato per il 2012.

Pin It

Cerca