Nuovo Financial District a Doha

12503_1_barwa1bigPiccolo diamante architettonico poggiato sul Golfo Persico, Doha, capitale del Qatar, negli ultimi anni è stata protagonista di uno sviluppo urbanistico quasi incontenibile, tanto da passare dai 400,000 abitanti del 2004 al milione del 2008. Del villaggio di pescatori da cui ha avuto origine, è rimasto ben poco e i giacimenti di petrolio che hanno fatto la fortuna del paese fin dagli anni '30, hanno rivoluzionato l'economia a tal punto che oggi la città offre alcune delle più futuristiche ed innovative strutture architettoniche.

Ciò che la rende unica, però, è l'aver saputo e voluto rispettare gli elementi tradizionali così unici e caratteristici di quelle terre.

I più accreditati professionisti del settore vengono chiamati per fornire consulenze e dar vita a progetti che sappiano fondere tra loro elementi da "Mille e una notte" e design d'avanguardia e i progetti si susseguono a ritmi incessanti.

Tra questi, l'ultimo gioiello recentemente reso pubblico dalla KEO International Consultants , la società che si occuperà della sua realizzazione, è il Barwa Financial District. Attualmente in costruzione, questa scultura architettonica delineerà gli spazi che daranno vita alla business community, diventando un nuovo importante punto di riferimento della città.

Il designer di punta, Raj Patel ha dato forma ad un complex che ricorda due nautili (molluschi, muniti di una grande conchiglia avvolta a spirale), che in direzioni opposte formano una spirale più grande che determina un flusso dinamico di massa e spazio. La geometria che ne risulta, è l'elemento portante del movimento delle torri principali che emergeranno nell'area sud-ovest della West Bay Area.

Visto da più vicino, il Barwa Financial District è formato da un anello esterno di 6 torri, crescenti in senso orario da 20 a 35 piani, mentre un anello interno di 4 torri sale in senso antiorario da 31 a 50 piani di altezza.

Questa dinamicità è stata scelta oltre che per creare un movimento sontuoso ed elegante, anche per garantire una perfetta illuminazione naturale diurna in tutti gli edifici. Le torri che saranno prevalentemente adibite ad uso ufficio, salvo un hotel, verranno completate da un adiacente centro commerciale dove negozi, ristoranti e bar, renderanno il quartiere più vivo e dinamico.

I materiali utilizzati saranno di primissima scelta e gli abbinamenti sofisticati ed impeccabili permetteranno la fusione di passato e futuro; così la terracotta si affiancherà alla pietra ed il vetro al metallo mentre l'architettura tradizionale araba verrà omaggiata dalle griglie che a protezione delle vetrate daranno spazio a motivi ispirati alle mashrabiya tradizionali.

Pin It

Cerca