Murray T.27: dalla Formula 1 all’auto elettrica

gordon_murray

Il nome di Gordon Murray, uno dei più noti progettisti McLaren è, in questi giorni, associato ad un ambizioso progetto che non ha però minimamente niente a che vedere con il mondo delle competizioni, anzi. Stiamo parlando della T.27, una piccola auto elettrica che l'ingegnere sudafricano vuole lanciare attraverso la sua società omonima, la Gordon Murray Design, come alternativa "a emissioni zero" alla Smart ForTwo e alla Toyota iQ.

Avrà però dalla sua dimensioni inferiori, spazio a bordo molto più ampio e – soprattutto – il fatto di essere la vettura elettrica più efficiente al mondo. Sembrerebbe infatti che il progettista sia riuscito a creare un prodotto con valori di emissioni nell’intero ciclo “vitale” inferiori del 27% rispetto a qualunque altra elettrica, contando anche le fasi di costruzione e smaltimento.

Il progetto è affiancato dalla engineering inglese Zytek Automotive, con la quale ha formato un consorzio che impegnerà una cifra pari a 9 milioni di sterline, metà dei quali provenienti dai fondi il governo britannico riserva alla mobilità sostenibile attraverso il Technology Strategy Board.

Insomma, un nome legato a una figura così affermata e il fatto che ci siano di mezzo delle sovvenzioni statali sembrerebbero due ottimi motivi per credere nella realizzazione del progetto che dovrebbe concretizzarsi nel 2011.

Quello che è noto, per ora, è che la T.27 avrà 3 posti affiancati, massima leggerezza, semplicità di montaggio ed utilizzo di componenti comuni con altre varianti in fase di sviluppo alla Gordon Murray Design. Un approccio costruttivo, denominato iStream, che promette le dunque le massime performance nel rapporto con l’ambiente, ma anche in termini di sicurezza, comfort, prestazioni, autonomia, velocità e spazio.

Pin It

Cerca